stampa | chiudi

Il sit in si e' svolto il 28 settembre scorso

“No alle discariche” i cittadini protestano sotto la Regione Lazio

Il Comitato Rifiuti Zero ha presentato un documento ai 17 sindaci della Valle del Tevere

(Foto: Il. Mis.)

ROMA – Erano circa centocinquanta le persone presenti al sit in che si è svolto mercoledì 28 settembre, nel piazzale antistante la sede del Consiglio Regionale del Lazio, in via della Pisana, per chiedere una maggiore attenzione nella ricerca di soluzioni al problema dei rifiuti, creatosi a causa dell’imminente chiusura della discarica di Malagrotta.

LA MANIFESTAZIONE. Il sit in è stato organizzato dal Comitato Rifiuti Zero, che da tempo è impegnato nella sensibilizzazione delle amministrazioni dell'area Tiberina nei confronti del problema “una politica seria volta al riciclo e alla differenziazione può portare all’abbattimento degli scarti: rifiuti zero, appunto” dichiara Massimo Piras, responsabile dei coordinamenti laziali, mentre mostra orgoglioso la delibera in cui il comune di Ladispoli si impegna in questo senso.  Soddisfatto anche il responsabile rianese del comitato, Marco Cannilla “A Riano siamo attivi da un paio di mesi, e la settimana scorsa abbiamo portato in strada mille persone. La risposta dei cittadini è decisamente buona - e continua - abbiamo presentato un documento ai diciassette sindaci della valle del Tevere, in cui chiediamo l’impegno per la raccolta differenziata”.

LE BANDIERE. Piras, inoltre ci tiene a precisare “Non siamo espressione di partiti politici. Le ragioni che portiamo avanti vanno al di là dei colori politici e delle bandiere. Avevamo chiesto di non portarle”. Gli fa eco anche Cannilla “il nostro obiettivo è unire i cittadini contro le discariche”. Eppure la presenza di partiti è evidente e testimoniata dalle numerose bandiere e striscioni della Federazione di Sinistra e dei Verdi.

IN CONSIGLIO. La battaglia per il post-Malagrotta è oggetto di grande apprensione in questi giorni, non solo tra i cittadini ma anche e soprattutto nei palazzi della Regione. Fabio Nobile, consigliere regionale della Federazione di Sinistra ci tiene a far sentire “il proprio sostegno ai cittadini del Lazio. E’ importante ribadire il no all’apertura di nuove discariche, che rappresentano solo l’interesse di chi ci guadagna, a scapito della salute dei cittadini. Alemanno e la Polverini dovrebbero smettere di annunciare l’avvio di programmi per la raccolta differenziata senza poi metterla in atto veramente”. Sulla questione di Pian dell’Olmo come sito alternativo a Malagrotta ammette “Non ci sono certezze che sia proprio quello il sito prescelto, la battaglia comunque va continuata”.

dell'inviata Ilaria Misantoni

29 Settembre 2011

stampa | chiudi