stampa | chiudi

Fotoreportage - Cronaca di Roma

Rom in protesta fuori dall'assessorato alle Politiche Sociali della Capitale

I nomadi di via della Cesarina da settimane senza acqua e corrente, protestano davanti la sede del Comune di Rom

Bambino rom con cartello di protesta davanti l'assessorato alle Politiche Sociali (Foto di Chiara Rossi)

ROMA - Lunedì mattina alle dieci, una cinquantina di Rom, tra uomini, donne e tanti bambini del campo attrezzato di via della Cesarina, hanno protestato pacificamente davanti la sede del V dipartimento alle Politiche Sociali del comune di Roma di via Merulana. Dicono che sono circa due mesi che non hanno nè acqua, nè corrente, non sanno come lavare i bambini per mandarli a scuola e come conservare medicine ed antibiotici per chi sta male. Chiedono che le amministrazioni locali paghino per avere, almeno, i servizi essenziali garantiti. Hanno scritto anche una lettera ad Alemanno: "Caro Sindaco, siamo Romeni della Cesarina, Questo campo non ha acqua calda niente luce e bambini tutti sporchi, maestra scuola non vuole bambini sporchi, come facciamo, tu fai qualcosa per noi. Grazie". Verso le undici e trenta una delegazione di rom è stata ricevuta alcuni minuti in assessorato. Gli hanno promesso che al massimo tra due giorni verrà ripristinata la corrente e l'acqua. Il consigliere ha poi aggiunto: "L’amministrazione deve rifare il punto sulla situazione dei villaggi attrezzati insieme alle associazioni e alle comunità rom”.

Fotoreportage di Chiara Rossi

26 Settembre 2011

stampa | chiudi