stampa | chiudi

In manette due giovani albanesi

Tentano di uccidere un 30enne a colpi di pistola su via Civitellese: arrestati

Ancora ignoti i motivi del gesto. I carabinieri della Compagnia di Monterondo proseguono le indagini

CIVITELLA SAN PAOLO - Affiancano la sua auto, gli intimano di fermarsi ed estraggono la pistola; dopo una breve colluttazione esplodono un colpo mentre tenta di fuggire. I carabinieri hanno arrestato due giovani albanesi per tentato omicidio di un connazionale. L'episodio è accaduto ieri pomeriggio su via Civitellese, tra Civitella San Paolo e Fiano Romano. 

IL FATTO. I carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato due albanesi di 32 e 33 anni, già conosciuti alle Forze dell'Ordine. I due, nel primo pomeriggio di ieri, dopo aver affiancato l'auto di un connazionale su via Civitellese, in direzione Fiano Romano, gli hanno prima intimato di fermarsi nei pressi di una piazzola di sosta, hanno avuto con lui una breve colluttazione e poi gli hanno sparato con la pistola mentre tentava di scappare. La vittima è un 30enne, anch'egli di origine albanese; l'uomo sfuggito all'agguato ha raccontato ai militari che dopo essere stato costretto a fermarsi, ha notato che uno dei due connazionali brandiva una pistola e così si è dato alla fuga. I due però lo avrebbero inseguito esplodendo alcuni colpi, uno dei quali ha centrato il lunotto posteriore dell'auto senza ferire nessuno. Dopo le indagini e le ricerche, avviate immediatamente dopo il fatto, i carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno rinvenuto e sequestrato i bossoli esplosi e individuato e arrestato i responsabili. I due albanesi, infatti, sono stati fermati poco dopo a Fiano Romano, su via Tiberina. Dovranno rispondere di tentato omicidio e detenzione abusiva di arma in concorso. I motivi che hanno spinto i due al gesto criminale sono ancora da chiarire. Le indagini dei carabinieri proseguono a trecentosessanta gradi.

di Gioia Maria Tozzi

07 Settembre 2011

stampa | chiudi