stampa | chiudi

L'incontro e' avvenuto a piazzale Cairoli

Zingaretti chiude la campagna elettorale del centro sinistra

Presenti anche il sindaco uscente Splendori e il candidato Ottorino Ferilli

Il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti durante il suo intervento a piazzale Cairoli (Foto: Cat. Fav.)

FIANO ROMANO - Il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti ha ufficialmente chiuso la campagna elettorale della coalizione del centro sinistra. L'incontro, avvenuto presso piazzale Cairoli, ha vista la partecipazione di circa 200 persone. A prendere la parola anche il sindaco uscente Tarquinio Splendori e il candidato sindaco della lista Ottorino Ferilli.

PARLA IL SINDACO USCENTE. Tarquinio Splendori ha preso la parola dando inizio al comizio, facendo subito un riferimento alla presenza di Alemanno, avvenuta nello stesso pomeriggio, "chiuso dentro una saletta d'albergo con 50 persone presenti. Mentre, stasera, qui verrà il presidente della Provincia a parlare con tutti noi in una pubblica piazza". "Si chiude oggi - ha continuato il sindaco uscente - una campagna elettorale dura e intensa, che però ci ha lasciato la chiara percezione dell'amore e dell'affetto che noi, per primi, e i cittadini nutriamo nei confronti di questo paese. La politica non va costruita sulle paure, ma sulla speranza e sul rinnovamento". Dopo aver ringraziato le associazioni di volontariato con le quali, in questi anni, è entrato in contatto, ma anche i carabinieri, la Pro loco e il parroco Don Paolo, ha lasciato la parola ad Ottorino Ferilli.

L'INTERVENTO DEL CANDIDATO SINDACO. Ottorino Ferilli, candidato del centro sinistra, ha esordito ringraziando tutti i partiti della coalizione perchè si è mantenuto un clima politico senza particolarismi e cattiverie. "In democrazia, si può vincere e si può perdere, questo è un dato di fatto - ha sottolineato Ferilli - ma il comportamento da film degli anni '50 della lista civica, ci fa sorridere. In questa ultima fase della campagna elettorale hanno iniziato a produrre volantini a livello industriale, ma soprattutto hanno scelto di togliersi la maschera di lista civica dietro alla quale si nascondevano per mostrarsi nella loro vera identità. Una lista di destra". Dopo aver risposto ad alcune provocazioni che erano state sollevate da volantini della lista civica, Ottorino Ferilli, ha invitato tutti a riflettere in questi ultimi giorni prima delle elezioni. "Verificate e analizzate la nostra lista, i nostri progetti  e le nostre prospettive. Siamo qui perchè Fiano resti il paese di tutti e per tutti". I candidati della lista "Ottorino Ferilli sindaco per Fiano Romano", sono stati invitati sotto il palco e presentati per l'ultima volta.

PARLA IL PRESIDENTE NICOLA ZINGARETTI. Il presidente della Provincia, arrivato con un leggero ritardo, ha incentrato il suo intervento sulle "ore cruciali, queste, che restano prima della fine della campagna elettorale, in cui si compiono le decisioni più importanti. Perchè questa campagna elettorale, finisce davvero lunedì pomeriggio alle due". Dopo aver ribadito il suo totale appoggio alla candidatura di Ottorino Ferilli, ha tracciato un disegno della reale condizione di vita degli italiani. "Un popolo con crescita zero, in cui, dopo otto anni di governo di destra c'è una disoccupazione giovanile del 30 per cento, siamo l'unico paese europeo con un potere d'acquisto che è sceso al 3,5 per cento. Per non parlare della devastazione delle politiche sociali e dei problemi che incontrano le donne che cercano lavoro. L'Italia non deve più essere considerato un paese in declino". Crescita e giustizia sociale, sono stati i temi a lui più cari, perchè, spiega che "se non c'è crescita, non c'è giustizia sociale. I giovani non devono più fuggire all'estero per poter trovare un lavoro, non è giusto che debbano perdere la speranza". Infine, ha tenuto a sottolineare, che "io sono il presidente di tutti, come molti altri presidenti. Ma a differenza loro, io sono un militante del centro sinistra, che per i suoi comizi usa la sua macchina personale, guidata da altri militanti. Chiudiamo la stagione della disillusione politica, ritroviamo la forza, andando nelle piazze, porta a porta, per ottenere una nuova grande vittoria politica".

dell'inviata Caterina Fava

12 Maggio 2011

stampa | chiudi