stampa | chiudi

L’arresto dei carabinieri della stazione locale

Minaccia di morte una barista per farsi consegnare i soldi: in manette

Dopo una denuncia e diversi pedinamenti, l’estorsore è stato colto sul fatto mentre prendeva il denaro

CAPENA - Un 51enne finisce in manette per estorsione. Aveva minacciato di morte una barista della Città d'Arte. E' stato arrestato dai carabinieri della stazione di Capena nel momento dello scambio del denaro. L'uomo è stato trasferito al carcere di Rebbibia a Roma.

IL FATTO. Nella tarda mattinata di ieri, i carabinieri della stazione di Capena hanno arrestato M. M., un pregiudicato capenate di 51 anni. I militari, dopo una denuncia di estorsione presentata da una barista della città tiberina, hanno organizzato un servizio mirato di osservazione e pedinamento che si è concluso a piazza della Libertà, dove M. M. si era dato appuntamento con la sua vittima per farsi consegnare la somma contante di 400 euro. Colto in flagranza di reato, per l'uomo sono scattate le manette. Non era la prima volta che M. M. minacciava di morte la sua vittima per farsi consegnare del danaro. Le banconote sono state riconsegnate alla barista, mentre l'estorsore è stato trasferito al carcere di Rebbibia a Roma, dove resterà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli.

di Gioia Maria Tozzi

02 Maggio 2011

stampa | chiudi