stampa | chiudi

Dal 26 aprile al 14 giugno in diverse frazioni

Con il Cineforum alla riscoperta del cinema italiano

Un'occasione preziosa per vedere e commentare i film che hanno fatto la storia del nostro cinema

FARA SABINA - Tutti gli amanti del cinema, da martedì 26 aprile, avranno una preziona sorpresa. Dalle ore 21 prenderà il via il cineforum "Dalla storia...Il cinema": otto appuntamenti per conoscere, rivedere e poter riapprezzare quei film che hanno fatto la storia del cinema italiano.

IL CINEFORUM. Considerato dopo la stampa, l'arte più importante, il cinema fa parte della vita ed è uno strumento importante di conoscenza, uno dei fattori più importanti di creazione di un immaginario collettivo ed uno strumento didattico di straordinarie potenzialità. Il "Cineforum" rappresenta la modalità più classica per avvicinare la popolazione al mondo del cinema, imparando a conoscerne il linguaggio e le sue distinte fasi di realizzazione. Attraverso la proiezione di pellicole cinematografiche, si affronteranno varie tematiche, dall'emigrazione del primi del Novecento all'omosessualità durante l'epoca Fascista, dalla povertà alla solitudine, dall'emarginazione al rapporto tra potere e intoccabilità ed infine il cinema e la sua storia.

GLI ORGANIZZATORI. L'evento, completamente gratuito, è stato organizzato dall'associazione Aics, l'Accademia del tempo libero, e dall'associazione culturale Circolo Arci "Trecentosessanta Gradi-360°" in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del comune di Fara Sabina. La rassegna si svolgerà in diverse frazioni del comune di Fara Sabina, con un programma davvero ricco.

IL PROGRAMMA DEL CINEFORUM. Il primo appuntamento con il Cinforum è per martedì 26 aprile alle ore 21 nella sala polivalente di Coltodino, con la visione del film "Nuovomondo" di Emanuele Crialese; seguirà il dibattito sull'illusione e disillusione del sogno americano. Il secondo incontro è previsto martedì 3 maggio nella sala dell'asilo a Fara Sabina, sempre alle ore 21, con la proiezione del film "Una Giornata Particolare" di Ettore Scola, a cui seguirà il dibattito sull'omosessualità e sulla figura femminile durante l'epoca Fascista. Gli incontri successivi, sempre con inizio alle ore 21, si terranno: il 10 maggio presso la palestra di Prime Case per la visione del film "Roma Città Aperta" di Roberto Rossellini e per discutere del cinema della verità; il 17 maggio all'Università Agraria di Corese Terra l'appuntamento è con il film "Umberto D" di Vittorio De Sica, per poi parlare dei primi anni del secondo Dopoguerra: la vecchiaia, la povertà, la solitudine, la dignità; il 24 maggio presso il centro giovani di Talocci sarà proiettato il film "Rocco e i suoi Fratelli" di Luchino Visconti, a cui seguirà una discussione sull'emigrazione di una famiglia meridionale e la sua disgregazione. Il 31 maggio l'incontro si terrà a Passo Corese al centro giovani "Macondo" con il film "Accattone" di Pier Paolo Pasolini, con conseguente dibattito sul mondo emarginato della borgata romana; il 7 giugno l'apuntamento è presso il centro anziani di Passo Corese per vedere il fim "Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" di Elio Petri: un film sul rapporto tra potere e intoccabilità. Il Cineforum si concluderà il 14 giugno a Passo Corese nella delegazione comunale con la visione del film "Nuovo Cinema Paradiso" di Giuseppe Tornatore, una pellicola sul cinema e la sua storia.

di Laura Bernardini

25 Aprile 2011

stampa | chiudi