stampa | chiudi

Ieri nella scuola media statale 'San Leone'

I carabinieri ancora sui banchi di scuola per promuovere la legalitÓ

Il seminario Ŕ stato tenuto dal comandante della Compagnia di Monterotondo Martinelli e dal comandante della stazione di Capena De Fazio

CAPENA - La Città d'Arte accoglie la "cultura della legalità". Ieri, infatti, nella scuola media "San Leone", si è tenuto il seminario organizzato dall'Arma dei Carabinieri, in particolare dalla Compagnia di Monterotondo, per promuovere tra i giovani la cultura della legalità e i valori fondamentali della Repubblica. L'appuntamento è stato preceduto da altri incontri a Palombara Sabina, nell'Itc-Ipssar "Adriano Petrocchi" e nella scuola media "Gucciardi". Il ciclo di incontri proseguirà a marzo in altri istituti scolastici di Monterotondo e della Sabina romana. 

IL SEMINARIO. Il comandante della Compagnia di Monterotondo Domenico Martinelli e il comandante della stazione di Capena Ciro De Fazio ieri hanno svolto la lezione sulla "cultura della legalità" nelle classi terze della scuola media "San Leone". Diversi i temi che sono stati toccati: la Costituzione della Repubblica Italiana e l'importanza ed il significato del diritto e del rispetto della legge. Nel corso del seminario sono stati trattati anche temi di forte attualità: il deprecato fenomeno del bullismo, lo stalking e alcuni lievi cenni anche sul problema della pedopornografia. Gli studenti hanno rivolto tante domande sull'Arma dei Carabinieri, sui suoi reparti speciali e sulle modalità di arruolamento.

IL RISPETTO DEL CODICE DELLA STRADA. Una particolare attenzione è stata data dai due comandanti al problema della circolazione stradale, con riferimento ai ciclomotori ed alle minicar; gli studenti, in procinto di prendere il "patentino", sono stati invitati al rispetto delle norme del Codice della Strada. Ai ragazzi sono stati illustrati i rischi e le conseguenze derivanti dall'assunzione di sostanze alcooliche o droghe.

di Glauco Marino

02 Marzo 2011

stampa | chiudi