stampa | chiudi

UN LIBRO PER AMICO

Un medico che diventa gladiatore e cambia la storia dell'Impero

Indovini, atmosfere rarefatte, fasti, lusso e decadenza: questo il mix perfetto de "Il grande gladiatore"

E' il 69 d.C., l'anno dei cosiddetti quattro imperatori. Nerone è morto e per la prima volta gli imperatori si faranno eleggere dai propri soldati. In una lunga escalation di violenza e di guerra civile, si alterneranno Galba, Otone e Vitellio. Poi si aprirà la strada alla dinastia Flavia. Da qui parte la storia del medico Valerio e di suo fratello Antonio Primo, generale della Legio VII, due giovani galli, a cui il destino ha riservato grandi imprese.

LA TRAMA. Il giovane medico Valerio, ama la sacerdotessa Velunda e ha orrore delle armi. Al cotrario del suo valoroso fratello Antonio Primo, generale fedele al dio Mitra e all'eroismo degli antichi romani. Nei tempi insanguinati della guerra civile, Valerio perde la sua libertà; venduto a Manteo, un mercante di lane, deve scegliere la strada che il fato ha prescritto per lui: quella di divenire un gladiatore. Il più grande gladiatore di tutti i tempi. In un turbinio di azioni militari, profezie, cene succulente, momenti epici, ma anche divertenti, i due fratelli devono riuscire a sconfiggere Vitellio e il male che rappresenta, per portare in trionfo il nuovo imperatore Vespasiano. Ne saranno capaci?

IL COMMENTO. Il periodo storico raccontato senza sbavature, la tradizione della gladiatura spiegata con dovizia di particolari, un breve glossario finale dei termini latini utilizzati e il mix è perfetto. In un continuum temporale che si dipana velocemente nelle oltre 400 pagine, si rimane completamente travolti dal'atmosfera e dall'avventura. Diversi piani si sovrappongono, la storia non è mai noiosa. Si riconosce il bene e il male, si idealizza l'etica romana e il valore dei combattenti. Ma nello stesso tempo si disprezza la decadenza e il lusso sfrenato che hanno segnato quell'epoca. Un racconto epico, con la giuste dose di esoterismo, romanticismo, lotta, vendetta. Per gli amanti del genere storico e, soprattutto, romano.

CURIOSITA'. Il nome Gordon Russel in realtà è il nome collettivo di Dario Battaglia e Vanna de Angelis, i due veri autori del romanzo. Antonio Primo è un personaggio realmente esistito e ricordato da Tacito nelle sue "Historiae", al contrario del fratello Valerio, personaggio di fantasia. Esiste un seguito di questo romanzo: "La notte del gladiatore".

Titolo: Il grande gladiatore
Autore: Gordon Russel
Editore: Piemme
Prezzo:  11,50 euro
Genere: romanzo storico

di Caterina Fava

18 Gennaio 2011

stampa | chiudi