stampa | chiudi

La violenta lite su via Salaria. Intervengono i carabinieri

Si azzuffano per contendersi il territorio: tre prostitute finiscono in manette

Sono state fermate mentre picchiavano una lucciola nigeriana con un bastone

MONTELIBRETTI - Lite tra prostitute per contendersi il territorio: tre donne in manette. I carabinieri di Monterotondo e di Montelibretti, ieri nel primo pomeriggio, hanno arrestato tre prostitute rumene che stavano picchiando con un bastone un'altra lucciola di nazionalità nigeriana. La lite, che senza l'intervento dei militari sarebbe potuta degenerare, è scaturita per la "contesa del territorio".  L'accusa per loro è di violenza privata e lesioni personali in concorso.

IL FATTO. Ieri intorno alle ore 14 su via Salaria, i carabinieri di Monterotondo in collaborazione con i colleghi di Montelibretti hanno arrestato M.D. di 29 anni, la sorella M. S. di 31 e B.I.R. di 24 anni: tutte e tre prostitute di origine rumena. Le giovani sono state sorprese dai militari durante un servizio di controllo della zona volto al contrasto della prostituzione. Le tre rumene sono state fermate mentre stavano picchiando con un bastone una prostituta nigeriana. La lite è scaturita per la "contesa del territorio". La zona dove è accaduto il fatto, infatti, è molto "ambita" per l'esercizio di meretricio.

LA LITE E GLI ARRESTI. I carabinieri, che stavano scandagliando tutte le zone note per essere frequentate dalle prostitute, hanno notato su via Salaria le quattro donne che si azzuffavano e sono dovuti intervenire con energia per riportare la situazione alla calma. Dopo aver sequestrato il bastone usato per l'aggressione e accompagnato la donna africana presso l'ospedale civile di Palombara Sabina per le cure, i carabinieri hanno fermato le tre rumene che, dopo le formalità di rito, sono state trasferite alla sezione femminile del carcere di Rebibbia a Roma dove resteranno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Le tre donne dovranno rispondere delle accuse di violenza privata e lesioni personali in concorso tra di loro.  

di Manuela Tranquilli

14 Novembre 2010

stampa | chiudi