stampa | chiudi

L’inseguimento su via Salaria

Aggredita e rapinata dall’ex fidanzato: lui fugge e i carabinieri lo arrestano

L’operaio di 22 anni l’ha tamponata e costretta a scendere dall’auto. Poi è scappato con la borsa

MONTELIBRETTI - Tampona l'auto della sua ex, l'aggredisce, la rapina e scappa con la sua borsa: i carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato M. E., un operaio di 22 anni residente a Fonte Nuova, per rapina e danneggiamento.

IL FATTO. Ieri notte a Montelibretti il 22enne ha tamponato volontariamente con la sua auto quella della sua ex fidanzata di 23 anni. Dopo l'incidente l'ha costretta a scendere dalla vettura, l'ha aggredita spingendola con violenza contro il mezzo e le ha sottratto la borsa. La giovane ragazza ha immediatamente chiesto aiuto ad una pattuglia di carabinieri che stava transitando lungo via Salaria e ha fornito tutte le indicazioni utili per ritracciare il suo aggressore che nel frattempo era scappato e si stava dirigendo verso Roma. I militari lo hanno bloccato a bordo della sua autovettura mentre stava tentando di allontanarsi dal luogo dove aveva da poco aggredito la sua ex fidanzata. I carabinieri hanno arrestato il 22enne e recuperato la refurtiva. La 23enne aggredita, invece, è stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale "Gonfalone" di Monterotondo, da dove è stata dimessa con una prognosi di quattro giorni. Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli, M.E. è stato trasferito nel carcere di Rebibbia.

di Gioia Maria Tozzi

07 Ottobre 2010

stampa | chiudi