stampa | chiudi

EDITORIALE

“In amore non esistono recinti”: auguri a tutte le mamme del territorio tiberino, sabino ed eretino!

L'8 maggio č la “Festa della Mamma”: grazie di cuore a tutte voi

"In amore non esistono recinti": a dirmi questa frase, qualche giorno fa, è stato un papà non una mamma, però è uguale il senso. Sicuramente solo un genitore sa quale è la misura esatta dell'amore: cioè che non c'è una misura!
Forse mi trovo nella fase della vita in cui voglio dare un senso a quello che accade intorno a me e nel mondo. La frase in questione era una risposta ad una mia paura: con l'incertezza di tutto, e in tutti i campi oggi, mi ero domandata come si può non avere paura a mettere al mondo un bambino, ma soprattutto come si può non avere paura ad amare quando l'oggetto del nostro amore, gli affetti più cari, sembrano costantemente minacciati...e la risposta è stata questa: "in amore non esistono recinti...non si può non amare totalmente, non è possibile non gettarsi a capofitto in una cosa così grande". Fa parte dell'uomo essere alla continua ricerca di amore e quindi non è possibile pensare di costruire muri e recinti per non soffrire. E' assurdo: cadranno!  
Si può non mangiare, non dormire, non fumare, non andare al cinema ma abbiamo un bisogno assoluto di amare e di essere amati e anche tanto. 
Chi ci ama per primi quando nasciamo? La nostra vita è un progetto di Dio ma a collaborare sono per primi i genitori che dicono "sì" ad un impegno per sempre.  
Un figlio è tale anche se sbaglia, se si allontana, se non ama i genitori e questi ultimi aspettano sempre che torni perché fa parte di loro. 
L'8 maggio è la "Festa della Mamma": ogni mamma si getterebbe nelle fiamme per un figlio. Una madre sa bene che peso ha avere un figlio. Nel darlo alla luce, infatti, diventa parte di un progetto così grande che la rende partecipe del disegno di Dio.
Insomma una mamma è una parte insostituibile dell'Universo!  
Io sono ancora solo una figlia e non sono ancora una mamma. Sono certa che per quanto faccia non amo mia madre quanto lei ama me...credo che sia una cosa inevitabile.
Io ho tante priorità ma so che per lei "io sono la priorità".
Scusate se parlo di me ma così facendo parlo di ogni mamma e non solo della mia.
Questi esseri meravigliosi mettono così tanto amore in tutto quello che ci danno, anche nelle cose più piccoline, e a volte noi figli siamo così ciechi, andiamo così di corsa che non diciamo mai grazie.
Non voglio aspettare di avere la fortuna di essere madre per dire grazie alla mia e a tutte le mamme del mondo.
Grazie per l'attenzione ed auguri a tutte le mamme!
Gioia Maria Tozzi 

08 Maggio 2011

stampa | chiudi