Stampa

QUATTRO I PUNTI ALL'ORDINE DEL GIORNO

Le anomalie finanziarie accendono l'ultima assise del consiglio comunale

Il sindaco Grilli: "Pronto l'intervento dell'amministrazione. Spero si faccia presto luce su questa vicenda"

MONTOPOLI DI SABINA - E' stato un consiglio comunale piuttosto accesso quello che si è tenuto mercoledì 8 giugno nella sala consiliare di Montopoli di Sabina. Ad animare maggioranza e opposizione è stata soprattutto la situazione finanziaria: gli "ammanchi" con cui il comune sta facendo i conti. L'incontro si è aperto con l'interrogazione dei consiglieri di minoranza Silvio Bucci, Valerio Scipioni e Stefano Biscetti, a seguito dell'articolo uscito sulla stampa circa lo sbancamento a Ferruti e sull'indagine della Forestale; l'opposizione ha chiesto quanto è il dato economico che il comune subisce dalla situazione, la documentazione in bilancio e quanti gli eventuali mancati introiti all'ente stesso. Pronta la risposta del sindaco Grilli che ha parlato di "un'interrogazione con una serie di inesattezze, perché tutto si svolge nella norma legislativa vigente". Raccoglie l'unanimità la delibera riguardante l'adesione del comune alla partecipazione della società mista costituita dai comuni della provincia di Rieti, con prevalenza di capitale pubblico al 60 per cento e l'altro 40 per cento da imprese private,  per la gestione completa a ciclo dei rifiuti. "La società - spiega l'assessore provinciale Giancarlo Felici - è stata approvata in consiglio comunale il 23 marzo, adesso si lavora per l'adesione da parte dei comuni. E' una società che prevede un consiglio d'amministrazione, alla quale i comuni per entrare a farne parte, per diventare soci, devono versare una somma di mille euro. I comuni che aderiscono si impegnano da subito a far partire la raccolta differenziata porta a porta - continua Felici - che se fatta bene entro un anno porterà ad un 65 per cento di raccolta differenziata in meno di quella che viene portata attualmente a Viterbo. Il primo anno ci sarà un aumento dei costi del 20 per cento per poi scendere già dall'anno successivo. Al momento dell'attuazione verrà fatta una campagna per sensibilizzare e informare tutta la popolazione". L'altro punto su cui si dibatte è quello relativo all'apertura di una nuova cava nel comune di Salisano. La maggioranza si è opposta perché porterebbe "a maggiori disagi per la viabilità, ad un ulteriore deturpamento del territorio e ad un vero e proprio impatto e devastazione ambientale"; l'opposizione vorrebbe che per i risvolti economici che avrebbe, il punto venga portato in commissione affari istituzionali e che venga ritirato dall'ordine del giorno. Contrario il sindaco Grilli che ritiene che debba essere approvato. Si arriva alla votazione: 12 voti favorevoli e 5 contrari.

IL PUNTO PIU' DISCUSSO. IL PROBLEMA FINANZIARIO. Gli animi si scaldano sul problema della situazione finanziaria. Una lunga diatriba che vede alzare la voce del primo cittadino, "accusato" di essere complice della vicenda, e la minoranza motivare tali affermazioni. A spiegare come si è arrivati alla situazione attuale è stato il sindaco Grilli che ha ricordato ai presenti il percorso della vicenda. "A metà del mese di aprile scorso, durante uno dei consueti controlli di ragioneria, è emersa un'irregolarità su uno specifico mandato di pagamento. Eseguito il dovuto riscontro con la Tesoreria comunale, effettivamente emergeva un pagamento non dovuto, come trattamento di fine rapporto, in favore di un dipendente comunale da poco in pensione. Data la particolarità emersa, è stato incaricato l'Ufficio Ragioneria di effettuare una verifica più approfondita. L'ufficio ha immediatamente provveduto ad allargare lo spettro dei controlli rilevando una serie di analoghe irregolarità ripetute nel tempo. Quanto emerso è stato immediatamente portato a conoscenza del sottoscritto e del Revisore Unico dei Conti. In considerazione della gravità dei fatti emersi, concordemente, il sottoscritto, il Responsabile del Settore Economico-Finanziario, il Funzionario di ragioneria ed il Revisore Unico dei Conti, si è deciso di inviare una relazione-denuncia alla competente Procura della Repubblica di Rieti per le valutazioni del caso. A partire da questo momento, la problematica è divenuta di esclusiva pertinenza della magistratura che condurrà le proprie indagini al fine di valutare le rilevanze penali di quanto emerso, con il pieno ausilio della struttura comunale". I riferimenti alla stampa continuano. Il sindaco Grilli l'attacca di nuovo, chiarendo che a differenza di quanto scritto è lui stesso che pagherà tutte le spese a suo carico, così come attacca il consigliere Bucci, in riferimento al blog della minoranza che scrive che "l'amministrazione sapeva di queste irregolarità che ci sono sempre state". Accesa la risposta del primo cittadino che afferma: "La mia è stata un'amministrazione con la massima trasparenza, onesta, e la gente è in grado di valutare quello che ho fatto. In 12 anni di amministrazione non ho mai richiesto nulla all'ente, nessun rimborso. Mi sono sempre fatto carico delle spese sostenute per recapitare a casa la lettera delle famiglie". La parola passa al Revisore dei Conti Paolucci che spiega la sua partecipazione all'incontro: "Ho chiesto io di partecipare al consiglio per valutare insieme i vari aspetti. Noi non abbiamo condannato nessuno, sta al magistrato valutare i fatti. Appena abbiamo rilevato l'anomalia ci siamo mossi tempestivamente. Finché la magistratura non valuterà quanto accaduto, si può parlare solo di distrazioni di fondi, di anomalie". L'attacco della minoranza non diminuisce. Dopo l'accusa di partecipazione e conoscenza della maggioranza al reato, sostenendo che non si sbaglia mai da soli, l'opposizione infierisce parlando di "atteggiamenti intimidatori da parte della maggioranza". Dopo una lunga mezz'ora di attacchi tra maggioranza e opposizione, il consiglio si scioglie, in attesa di notizie dalla magistratura.

dell'inviata Laura Bernardini

Montopoli di Sabina - 09 Giugno 2011

Articolo scritto da Laura Bernardini
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Rifiuti speciali inquinano un torrente: denunciati i titolari di un frantoio

NEROLA – Rifiuti speciali derivati dalla lavorazione dell’olio d’oliva finiscono in un torrente che confluiva nel fiume Tevere: i carabinieri denunciano i proprietari del frantoio e sequestrano il deposito e lo scarico abusivo...

Cronaca

Sale su una terrazza e tenta il suicidio. I carabinieri salvano una 35enne

MONTEROTONDO – Solo il tempestivo e capace intervento dei carabinieri questa mattina ha evit...

Cronaca

Blitz antidroga dei carabinieri: due cugini albanesi in manette

FIANO ROMANO – Una vasta operazione antidroga si č conclusa ieri dopo quattro mesi di indagini. I carabinieri della stazione di Fiano Romano hanno arrest...

Cronaca

Lo stupratore seriale della Capitale individuato come responsabile della rapina aggravata

CAPENA – I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carc...

Cronaca

Cocaina pronta allo spaccio. Due pusher in manette

MONTEROTONDO – Due pusher fermati ed arrestati dai carabinieri. A finire ai domiciliari un 42enne e 34enne del posto; entrambi sono stati trovati in possesso di cocaina. I due sono stati trasferiti ai...