Stampa

UN INTERESSANTE PROGETTO ALL'ORDINE DEL GIORNO

"Agrisviluppo Tevere": fondi per valorizzare il territorio

Il consiglio comunale ha aderito al progetto Pit, nonostante l'astensione della minoranza

FIANO ROMANO - L’assessore Franca Giacomini propone un importante ordine del giorno relativo al Pit, Progettazione Integrata Territoriale, richiedendo l’adesione da parte del consiglio comunale per il progetto “Agrisviluppo Tevere”.

“AGRISVILUPPO TEVERE”. Si tratta di fondi della Comunità Europea destinati principalmente alla provincia di Roma, la cui scadenza è prevista per il 23 settembre. Tre sono i progetti che sono stati esposti e che, in un primo momento, avevano come beneficiario la cooperativa "Oltre". Il comune di Fiano Romano ha deciso di inserirsi, e di risultare quindi come beneficiario, in due di questi due progetti.

“PERCORSI ATTREZZATI NEL BOSCO”. Il primo progetto è quello dei “Percorsi attrezzati nel bosco”; verrà infatti reso fruibile il bosco delle Sasseta con un’attrezzatura adeguata, anche per i non vedenti che potranno usufruire di audioguide e cartelli in brail. “In questo modo - afferma l’assessore Giacomini - è possibile valorizzare e conservare una parte del nostro territorio, così importante e poco sfruttata come il bosco e, nello stesso tempo, creare un luogo salutare per chiunque, anche per i disabili.”

“ORTI SOCIALI”. L’altro progetto di cui il comune si è fatto beneficiario, è quello degli “Orti sociali”, una sorta di agricoltura sociale che mira all’inserimento e il reinserimento di persone in difficoltà come invalidi fisici, psichici e sensoriali, ma anche ex tossicodipendenti ed ex carcerati. L’assessore Giacomini spiega che “gli operatori che dovranno lavorare all’interno di questi progetti, saranno a carico del comune, sarà personale specificatamente addetto a tali mansioni”. Inoltre ha voluto rassicurare il consiglio comunale sottolineando che “il rapporto è di 1 a 15, quindi non si incorrerà nell’ansia di essere a contatto con carcerati o tossicodipendenti.”

“FILIERA CORTA A FIANO ROMANO PER UN’ALTRA ECONOMIA”. Il terzo progetto, l’unico rimasto nelle mani della Cooperativa Oltre, permetterà di realizzare nella Chiesa di Santa Maria in Transpontem una struttura che si occupi del commercio a chilometri zero. “In sostanza - spiega l’assessore Giacomini - la cooperativa Oltre vorrebbe inserire delle strutture all’aperto, rimovibili, per artigiani e agricoltori locali, fornendo prodotti locali, ma anche una sensibilizzazione all’educazione alla buona alimentazione soprattutto per i bambini”. Inoltre l’interno della chiesa sarà adibito per delle mostre.

LE REAZIONI DELLA MAGGIORANZA. Il consigliere di maggioranza delegato alla Cultura Davide Santonastaso si è detto d’accordo alle iniziative che potrebbero svolgere “un importante ruolo di rivalutazione naturale e artistica del nostro territorio, ma soprattutto un’importante funzione sociale, in particolar modo in relazione ai non vedenti, per il bosco attrezzato”. Continua il consigliere asserendo che “è giusto, nel caso degli “Orti sociali”, che l’ente pubblico sia presente nel reinserimento di individui disagiati”.

L’INCERTEZZA DELLA MINORANZA. Il capogruppo di minoranza Fabrizio Marinelli ha espresso perplessità sul progetto della “Filiera corta” perché “ha come beneficiario un soggetto diverso dal comune e che avrà a disposizione 150mila euro per organizzare un mercato”. Anche il consigliere di minoranza Egeo Cantiani si è mostrato incerto, chiedendo che, nel caso il comune risultasse vincitore del bando sia possibile rivedere esattamente i costi, analizzando meglio l’aspetto economico, per non incorrere nello spiacevole inconveniente di “fare dei progetti solo per prendere i soldi”. Infine anche il consigliere di minoranza Paolo Caprioli ha sottolineato quanto i progetti siano pieni di buoni propositi, ma nella realtà di difficile realizzazione e ha insistito soprattutto sull’importanza che “questi progetti abbiano essenzialmente un risvolto a livello locale”.

LE CONCLUSIONI. L’assessore Franca Giacomini è intervenuta nuovamente per rassicurare gli animi, spiegando come “la Comunità Europea metta a dispone questi fondi per creare delle aziende, che inizialmente sono sostenute attraverso questi progetti e che poi dovranno camminare da sole”. Alla votazione finale, con l'astensione della minoranza, è stata ottenuta l’adesione al progetto. 

di Caterina Fava

Fiano Romano - 22 Settembre 2009

Articolo scritto da Caterina Fava
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Armati sorvegliavano la loro coltivazione di marijuana: arrestati due fratelli

CAPENA – Due fratelli con precedenti sono stati arrestati ieri dai carabinieri: in localitŕ Fosso di Gramiccia avevano allestito una piantagione di marijuana con ben 147 piante. Nel capanno...

Cronaca

Sette in manette per spaccio e furto

MENTANA/FONTE NUOVA/FIANO ROMANO/PALOMBARA SABINA – Furto e spaccio: sette persone in manette. I carabinieri li hanno fermati durante diversi servizi di controllo nel territorio...

Cronaca

Controlli antidroga in via di Pratalata: in manette due persone

FIANO ROMANO – Due giovani del posto sono stati arrestati in via di Pratalata per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e marijuana. Le due diverse operazioni dell’Arma hanno permesso...

Cronaca

Cocaina in auto e marijuana sul balcone: in manette due pusher

CAPENA/MONTEROTONDO SCALO – Due pusher ai domiciliari: fermati dai carabinieri in due diverse operazioni antidroga. Sequestrate cocaina e marijuana...

Cronaca

Incendia la casa della madre e la distrugge: in manette

MENTANA – Incendia la casa della madre dopo una lite. I carabinieri hanno arrestato un 44enne per incendio aggravato. Le fiamme hanno...